UN MOSTRO IN DIRETTA NAZIONALE

La televisione, uno dei più importanti e diffusi mezzi di comunicazione a livello globale, spesso ci mostra dei veri e propri orrori.

Guerre, omicidi, notizie agghiaccianti e sconvolgenti. Ma a volte ci mostra eventi orribli inconsapevolmente. Situazioni o eventi inaspettati, che spesso in un primo momento passano completamente inosservati.

La storia che sto per raccontarvi rientra in questa seconda categoria. Una puntata di una famosa trasmissione televisiva all’
apparenza innocua, ma che in realtà nascondeva un terribile segreto.

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz

The Dating Game, il gioco delle coppie, fu un programma televisivo nato nel 1965 e terminato nel 1990. Fu uno degli show più duraturi e di maggior successo nella storia della televisione, ancora oggi imitato da dozzine di canali televisivi in tutto il mondo. Il programma ebbe sempre un’indice di gradimento altissimo.

La sua formula era molto semplice. Una ragazza, veniva posta di fornte a tre contendenti maschi ai quali doveva porre delle domande. Alla fine della puntata l’uomo che aveva dato le risposte migliori e che sembrava essere più in sintonia con la ragazza vinceva un’appuntamento completamente pagato dalla trasmissione con lei.

001dd9d961ceea3f30d497b4c2faba62

Quello che non tutti ricordano, però, è che nel 1978 una puntata particolare di questa trasmissione creò uno scandalo talmente grave e terribile da rischiare di affondare per sempre l’intero format televisivo.

il programma iniziò come al solito. Le luci si accessero illuminando lo studio. La stanza era stipata di persone ansiose di vedere incominciare il loro show preferito, da casa milioni di telespettatori aspettavano l’inizio della puntata. Jim Lange, il presentatore del programma, apparve sul palco ed iniziò a presentare gli ospiti della serata.

THE DATING GAME

Cheryl Bradshaw era la protagonista della puntata. Una bella ragazza desiderosa di incontrare l’uomo dei suoi sogni.

zzzzzzzz

La parete mobile al centro dello studio si mosse, ed i tre contendenti furono rivelati. Erano tutte persone carismatiche e di bella presenza, selezionate appositamente dalla produzione dello show per essere il più interessanti possibile. Tra di loro, però, un uomo in particolare spiccava tra tutti. Non tanto per il suo bell’ aspetto quanto per la sua parlantina spigliata
e per le sue risposte divertenti. Il contendente venne presentato da Jim Lange come un fotografo professionista amante dell’avventura, dei lunghi viaggi in moto e del paracadutismo, di nome Rodney Alcala.

article-2261597-16E749B6000005DC-178_634sx410

Cheryl iniziò a fare le sue domande e ben presto Rodney si dimostro una spanna al di sopra degli altri partecipanti, divenendo in pochi minuti il favorito della ragazza e del pubblico. La puntata si stava rivelando un vero successo. Quando Cheryl dovette scegliere il vincitore, la sua risposta fu decisa. Senza esitare scelse Rodney per l’appuntamento.

Il problema è che nessuno, ne Cheryl, ne il pubblico, ne la produzione sapeva che Rodney Alcala era un serial killer. L’uomo nei giorni precedenti e successivi alla trasmissione violentò e smembrò diverse donne.

Nel novembre del 1977 violentò, sodomizzò ed uccise una giovane ragazza di nome Jill Barcomb. Le tolse la vita distruggendole il volto con un sasso e strangolandola.

jill_barcomb

Ma questo era solo un preludio della sua follia.

Nel dicembre del “77 uccise la ventisettenne Georgia Wixted. L’arma del delitto fu un martello che prima venne utilizzato
per stuprare la ragazza e poi per sfondarle il cranio e mutilarle i genitali.

georgia_wixted

Nel “79 una ragazzina di 12 anni, Robin Samsoe, venne rapita violentata ed uccisa dall’uomo. Il cadavere decomposto della dodicenne venne trovato dodici giorni dopo l’omicidio, un piede e la mano sinistra del cadavere erano assenti. La testa era staccata dal corpo.

la-me-alcala26-pictures07_h

Molte altre ragazze vennero rapite torturate ed uccise da Alcala. Si ipotizza che questo mostro, sfuttando il suo fascino, si prese la vita di più di 30 donne nel corso degli anni 70, arrivando a violentare e torturare persino una bambina di 8 anni.
Quando la polizia, che nutriva già da tempo sospetti sull’uomo, irruppe in un magazzino di proprietà di Alccala, trovò un’intero album fotografico contenete centinaia di foto di ragazze e bambini in pose sessualmente esplicite. Tra di esse vennero riconosciute annche diverse fotografie delle vittime di Rodney.
L’uomo venne incarcerato nel 1979. Inizialmente fu condannato alla pena di morte, che in un secondo momento venne convertita in ergastolo.

129978130471113317200501197_RODNEY_ALCALA_sm1

Fortunatamente a Cheryl toccò una sorte migliore rispetto a quella delle vittime del serial killer. All’ultimo momento chiese aiuto ai suoi amici e parenti, rifiutandosi di uscire con Alcala. La ragazza affermò che conoscendolo meglio l’uomo si rivelò essere terrificante. Il suo carattere era molto strano i suoi modi di fare inquietanti. Rodney la spaventava, e Cheryl non volle sapere più niente di lui. La donna dovette convivere per tutto il resto della sua vita con l’orrore di aver conosciuto ed essere quasi divenuta l’ennesima vittima del killer del gioco delle coppie.

Se questo articolo ti è piaciuto ricordati di fare un salto sul mio CANALE YOUTUBE.

Annunci

Informazioni su D. Thecnocaos

Il mistero ed il paranormale mi affascinano. L'orrore e l'inquietudine sono il mio pane quotidiano.

Pubblicato il 17 maggio 2015, in MISTERI con tag , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: