I 5 luoghi più spaventosi del pianeta

Sul nostro pianeta i posti che possono essere considerati spaventosi sono moltissimi. Ci sono luoghi che hanno visto compiersi al loro interno atrocità terribili. Luoghi eletti a santuari della morte e dell’orrore. Alcuni posti ci spaventano per il loro aspetto tetro e misteriosamente orrorifico, altri per la terribile storia che li ha accompagnati nel corso del tempo.

In questo video vi descriverò i 5 luoghi più spaventosi del pianeta secondo me. Da città fantasma, rese tali da catastrofi orribili a luoghi adibiti alla tortura di persone innocenti. Spesso l’aspetto cupo ed inquietante di un posto è solamente la punta dell’iceberg.

Creepy_Hdouse_by_bdulmeurt

 

NUMERO 5 – La vera Silent Hill

Silent Hill è una delle saghe videoludiche di genere horror più famose in assoluto. I numerosi giochi, usciti fin dai tempi della Playstation 1, raccontano le vicende dei vari protagonisti nella terrificante città di Silent Hill.

silent-hill-sign

Demoni, creature ripugnanti ed angeli decaduti renderanno l’esperienza di gioco terribilmente
paurosa.

Il clima che si respira durante il gioco è di continua ansia e tensione, e la stessa città di Silent Hill è diventata un’icona dell’horror moderno.
Quello che non tutti sanno però è che la città di Silent Hill si ispira ad un luogo realmente esistente.
Nella contea di Columbia, in Pennsylvenia (USA) sorge il comune di Centralia.

Centralia-Aefrial-1-L
La città venne costruita nei primi anni dell’Ottocento e divenne un’importante centro di estrazione di carbone. L’intera cittadina, infatti, fu costruita su un gigantesco giacimento di antracite, un particolare tipo di carbone fossile altamente combustibile. La città crebbe e prosperò, fino al 1962.

centralia-colliery
A causa dell’immissione di rifiuti ardenti in un pozzo dismesso le vene sotterranee di antracite presero fuoco.

Un particolare di questo tipo di combustibile è che, una volta infiammato, risulta molto arduo estinguere le fiamme. Così l’incendio sotterraneo si propagò a dismisura.

I tentativi di domare l’incendio furono disperati, ma non servirono a nulla. Il carbone sotterraneo bruciava e gli effetti cominciarono a propagarsi anche in superficie.

Centralia_smoke_rising
Le strade cominciarono a spaccarsi.

centralia

Gli alberi cominciarono a morire.

640centralia

La popolazione venne poco alla volta evacuata nel ventennio successivo all’incendio. Oggi Centralia vanta una manciata di abitanti ed uno dei panorami più inquietanti e desolati del pianeta.

zimdage

L’incendio sotterraneo continua ancora oggi. Il fumo e la cenere continuano ad appesantire l’aria.
E’ comprensibile che gli autori di Silent Hill si siano ispirati ad un simile panorama. Inquietante e misterioso al punto giusto.

Una storia singolare quella di Centralia, emblematica di una civiltà che, a causa del suo stesso sviluppo, diviene causa della sua distruzione.

 

NUMERO 4 – Le catacombe di Parigi

Uno dei luoghi più spaventosi ed affascinanti del pianeta sono certamente le catacombe di Parigi.

DJJ_1_Catacombes_de_Paris

Istituite nel XVIII secolo servivano a limitare le numerose epidemie che ciclicamente scaturivano dai cimiteri cittadini. Le catacombe custodiscono i resti di parigini vissuti nei secoli passati, circa 6 milioni di persone.

Gli scheletri dei defunti sono accuratamente disposti lungo le pareti a formare un’ordinato ossario.

zzzzzzzzzzzzzzz

Altre volte, le ossa, sono invece ammassate alla rinfusa all’interno di oscuri stanzoni.

zzz

Le catacombe hanno moltissime entrate sparse per tutta la città e sono una meta ambita per gli esploratori urbani. Molte aeree sotterranee mostrano evidenti segni del passaggio recente di persone.

00fdd3

Dal XX secolo sono diventate museo e più di un visitatore ha dichiarato di aver visto fantasmi e sentito grida misteriose provenire dai tetri corridoi sotterranei che si estendono per circa 280 chilometri.
Ma, anche senza entrare nel mondo del paranormale è impossibile non rimanere spiazzati di fronte ai panorami claustrofobici ed inquietanti che queste catacombe possono offrire.

120727065313-wus-catacombs-6-horifzontal-gallery

 

NUMERO 3 – The Ridges

Il The Ridges è un’ospedale psichiatrico situato in Ohaio. Fu operativo dal 1874 al 1993.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’ospedale fornì i suoi servizi a moltissime persone, inclusi veterani della guerra civile, bambini e violenti criminali…tutti sofferenti di gravi disturbi mentali.

Come troppo spesso accadde in passato negli ospedali psichiatrici, in questo luogo, il trattamento riservato ai pazienti era terribile. Il personale della struttura metteva in atto metodi molto duri e crudeli. I pazienti non sempreerano dei veri malati mentali. Spesso accadeva che le persone non considerate conformi alla socetà, come per esempio gli adolescenti ribelli, venissero portate al The Ridges, dove ricevevano lo stesso brutale trattamento che veniva riservato agli altri pazienti.

Lobotomie transorbitali, terapie di shock e prolungate immersioni in acqua ghiacciata erano all’ordine del giorno.

my_lobotomy-howard_ddudring_full

Molti eventi drammatici avvennero all’interno della struttura. Uno dei più famosi accadde nel 1978.

Il 12 gennaio il corpo di Margaret Schilling, una paziente scomparsa qualche settimana prima, venne trovato in un’ala dismessa della struttura.

blog_photo_Ridges-int1

Il cadavere era privo di vestiti e la causa del decesso, molto probabilmente, era stata l’assideramento. Il corpo senza vita di Margaret rimase talmente tanto in quel luogo che lasciò un’ impronta sul pavimento, visibile ancora oggi.

margaretridges-1024x632

E, come se non bastasse il triste passato del The Ridges, si dice che il luogo sia infestato dagli spiriti
dei pazienti della struttura.

 

NUMERO 2 – Poveglia

Durante il periodo della grande epidemia di peste che colpì Venezia tra il 1500 e il 1600 la situazione era veramente critica. La città era sommersa dai cadaveri ed un grande numero di malati si aggirava per le strade, diffondendo ancora di più il morbo. Venne presa una decisione dettata dalla paura e dalla disperazione.
La vicina isola di Poveglia sarebbe stata adibita a luogo di sepoltura dei cadaveri.

IMG_9028

Ma non solo. Tutti i malati di peste vennero condotti a forza sull’isola e ammassati a centinaia come bestie nel poco spazio disponibile. Li, dopo una lunga e lenta agonia, morivano.

5_461

Secoli dopo, nel 1922, venne costruito sull’isola un’edificio adibito ad ospedale psichiatrico.

Poveglia_Closeup_of_Hospital

Si racconta che nella struttura vennero commessi dei terribili abusi ai danni dei pazienti. Erano trattati con violenza e disprezzo, mentre fungevano da cavie alle sperimentazioni dei medici.

Repdarti

La lobotomia era la pratica maggiormente applicata sui pazienti, spesso senza una motivazione valida. Si racconta che ci fosse un terribile dottore che, per guadagnare spazio nella struttura, uccideva i pazienti privi di famiglia e soli al mondo. Tutti questi orribili fatti accaddero sull’ Isola di Poveglia, oggi chiusa al pubblico.

Poveglia haunted island

Poveglia_00005

Un luogo che ha visto il dolore e la sofferenza umana nella sua massima forma. Un luogo che in passato poteva tranquillamente essere considerato l’inferno in terra.

 

NUMERO 1 – Hoeryong

Hoeryong si trova nella corea del nord. Era un campo di concentramento di massima sicurezza completamente isolato dal mondo esterno. Al suo interno erano detenuti a vita i dissidenti politici e le loro famiglie. Il campo è stato fondato intorno al 1965 e nel suo periodo di massima attività, nel 1990, è stato in grado di contenere circa 50.000 persone.

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz

Le condizioni di vita dei prigionieri al suo interno erano terribili. Le guardie erano addestrate alla crudeltà, teenute a trattare i prigionieri come bestie.

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz

I prigionieri venivano sottoposti ad ogni tipo di tortura. Una delle più comuni era la tortura dell’acqua, nella quale il prigioniero veniva messo all’interno di una vasca piena di liquido che gli arrivava fino al naso, e quindi costretto a stare sulla punta dei piedi anche per 24 ore consecutive.
Spesso i prigionieri venivano appesi a testa in giù e bastonati per ore. Altre volte venivano obbligati a rimanere in ginocchio per giorni con un’asse di legno posizionato tra le gambe, in modo da bloccarne la circolazione sanguigna. Queste torture ed i maltrattamenti lasciavano spesso i loro segni sui corpi dei detenuti. Si racconta che circa il 30% dei prigionieri fosse rimasto menomato con occhi ed orecchie strappati, nasi rotti, arti amputati e corpi ricoperti di cicatrici.

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz

Ma l’orrore di questo campo non finisce qui. I prigionieri erano spesso utilizzati come cavie per degli esperimenti. Uomini, donne e bambini venivano rinchiusi in camere a gas, dove venivano testate diverse sostanze tossiche. I medici Nord coreani che lavoravano nel campo utilizzavano spesso i detenuti per le loro sperimentazioni mediche. I prigionieri venivano sottoposti ad inutili interventi chirurgici senza anestesia che spesso li portavano ad invalidità permanenti e morte.

WAR & CONFLICT BOOK ERA:  KOREAN WAR/DEATH & DESTRUCTION

Gli esperimenti disumani, le torture e la natura stessa di campo di concentramento rendono Hoeryong uno dei luogi più spaventosi della terra, soprattutto se pensiamo che questo campo è rimasto operativo fino al 2012.

 

Se questo articolo ti è piaciuto ricordati di fare un salto sul mio CANALE YOUTUBE.

Annunci

Informazioni su D. Thecnocaos

Il mistero ed il paranormale mi affascinano. L'orrore e l'inquietudine sono il mio pane quotidiano.

Pubblicato il 23 febbraio 2015, in Classifiche inquietanti con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: